13.0.2.4.13

Concetti irrevocabili attraversano
i limiti di un grigio cielo
da condividere con sé.
La pioggia addestrata a
cancellare le macchie di una storia
sola, penosamente affannata.
Un giusto prezzo si ritaglia
nei silenzi, nelle colpe, della memoria.

Travolge il vento ogni sicurezza,
spezza il tempo ogni circostanza,
nutre il vuoto la più infida paranoia,
tace il giorno nella sua ora più cupa.

Genuflettersi di fronte l’esistenza
e far finta che l’esigenza di questa o
quella fama contestata portino saggiamente
all’eroismo:

Tu
che sai
Tu
che puoi
Non li abbandonare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...