Qui è ora

Non posso non pensare alle montagne di fronte la mia finestra, illuminate dalle luci della notte, stando seduto in questo luogo; lontano lontano da allora. Questi piccoli fuochi riportano nient’altro che ricordi, cancellati dalla mia assenza.

Una folata di vento, le lucciole si spostano più lontano: scende il buio. Così anche le mie lacrime.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...